Cremona. Sono tra gli strumenti più temuti dagli automobilisti, soprattutto quelli dal piede pesante: gli autovelox puniscono chi supera i limiti di velocità sulle strade e, quelli fissi presenti oggi sul territorio cremonese, sono nove: cinque comunali e quattro provinciali. Ma ce ne sarebbero altri in arrivo: uno, probabilmente, lungo la Melotta, nella zona di Soncino e l’altro, invece, verso Cicognolo oppure Malagnino, in base agli incidenti e alle sanzioni già comminate. Ma l’arrivo del rilevatore di velocità divide i residenti del paese che, venendo da Cremona, è preceduto da una rotonda spesso al centro dell’attenzione per la sicurezza, perché c’è chi lo vede come il solito sistema degli enti che hanno le tasche vuote. Una cosa, però, sembra accomunare gli abitanti, ossia la pericolosità della strada, molto trafficata e su cui transitano mezzi pesanti nelle ore più diverse della giornata, anche se qualcuno non condivide il pugno di ferro. Qualsiasi decisione venga presa, dunque, potrebbe non trovare tutti d’accordo.

Claudia Barigozzi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata