E’ in commercio da non molto tempo una nuova versione di un farmaco mucolitico. Il vecchio e noto farmaco contiene n-acetilcisteina, che serve per fluidificare il muco. La nuova variante riporta una dicitura aggiuntiva accanto al nome commerciale e soprattutto ha una diversa composizione: contiene paracetamolo. I consumatori potrebbero non accorgersi della differenza e, se per esempio, stessero già assumendo paracetamolo, rischierebbero di prenderne una dose troppo elevata. Abbiamo chiesto un parere al dottor Luciano Lozio.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata