SETTE AZIENDE NEL MIRINO DELL’ANTITTRUST PER AUMENTI UNILATERALI A LUCE E GAS

Sono circa 2,66 milioni i consumatori che hanno subito aumenti ingiustificati di prezzo delle bollette da parte delle autorità energetiche per i quali l’Antitrust chiede la sospensione. L’Autorità annuncia l’avvio di sette procedimenti nei confronti delle principali società fornitrici di energia elettrica e di gas naturale, che rappresentano circa l’80% del mercato. Alle sette società viene contestata la mancata sospensione delle comunicazioni di proposta di modifica unilaterale delle condizioni economiche, inviate prima del 10 agosto 2022 e, in seguito, le proposte di aggiornamento o di rinnovo dei prezzi di fornitura, giustificate sulla base della asserita scadenza delle offerte a prezzo fisso. Il consigliere Marco Degli Angeli aveva denunciato più volte che i processi di privatizzazione di questi soggetti avrebbero portato conseguenze a svantaggio dei cittadini e degli utenti.