Terre di Lombardia: il fiume Chiese 

Nella puntata Alessandro Alessandrini ci parlerà del fiume Chiese, in latino Clesus o Cleusis un fiume lungo 160 km, principale immissario del lago. Il Chiese con i sui affluenti, ha caratterizzato la vita degli abitanti dei villaggi sorti nei secoli lungo le sue sponde. Partiamo dalla località di Nozza frazione del comune bresciano di Vestone, dove scorre il Chiese, molto impetuoso tra sassi e rocce affioranti.
Alla fine del suo percorso il Chiese entra nel fiume Oglio.
La zona della Valsabbia è stata interessata da insediamenti umani già in epoche remote. Il suo territorio è compreso tra il Lago di Garda ad est, la Val Trompia ad ovest, le Valli Giudicarie a nord e la Pianura Padana a sud. Poi parlerò di Bagolino una delle perle più preziose della Valle Sabbia. Un prodotto tipico di Bagolino è il “Bagoss“ un formaggio tipico con l’aggiunta dello zafferano, e il suo caratteristico carnevale, poi il radicchio dell’orso una pianta selvatica simile al tarassaco i cui germogli si possono raccogliere sui pascoli di montagna, soprattutto sulle Alpi tra i 1000 e i 2200 metri, quando si sciolgono le nevi in terreni ombreggiati.
L’appellativo “dell’orso” aggiunto al radicchio è stato introdotto perché si pensava che quella pianta fosse la prima ad essere mangiata dall’orso quando usciva dal letargo.
Inoltre si parlerà del fiume Caffaro che s’immette nel Chiese poche centinaia di metri prima che quest’ultimo entri nel lago.
Verra raccontato di Storo una piccola contrada a 5 Km dal lago d’Idro in territorio Trentino.