Laboratorio Salute: Medicina dei Sistemi e canto Thamaak con pedana multisensoriale

In studio durante questa puntata di Laboratorio Salute avremo il Dott. Marco del Prete è medico chirurgo specializzato in nefrologia e malattie del ricambio idrosalino; presidente PRM Academy. Oggi parleremo di Omotossicologia, Low dose Medicine e Medicina dei Sistemi.

L’Omotossicologia nasce in Germania negli anni ‘30 ed è naturalmente figlia della cultura medica di quel periodo. Sono gli anni in cui Immunologia e Biochimica assurgono al rango di protagoniste della moderna Medicina, ed è proprio alla luce di queste due discipline che H. H. Reckeweg fornisce finalmente un’interpretazione scientifica e incontrovertibile delle geniali intuizioni del padre dell’Omeopatia, C. S. F. Hahnemann.

 

l’Omotossicologia è Immunologia e Biochimica. Bene, i suoi farmaci agiscono ripristinando il corretto funzionamento del Sistema Immunitario (modulandolo, se eccessivamente “eccitato”, come nell’infiammazione, o stimolandolo se “pigro”, come nelle malattie da deficit immunologico) e dell’attività degli enzimi (quelle particolari proteine che fanno funzionare le cellule o che ci difendono, in parte, dalle aggressioni).

Quando viene somministrato un rimedio omeopatico, so  introduce nell’organismo una sostanza tossica molto simile (oggi sappiamo nella sua struttura chimica) alla tossina responsabile della malattia che sta avendo il sopravvento sulle difese dell’organismo; questa nuova sostanza tossica (il rimedio omeopatico) sarà in grado, in quanto simile, di attivare dei meccanismi difensivi aggiuntivi, ancora in riserva; è come se essa reclutasse nuovi “plotoni” di anticorpi, di linfociti, insomma nuovi “soldati” del Sistema Immunitario. La sostanza, in quanto diluita (cioè omeopatizzata), viene immediatamente neutralizzata dagli interpreti della risposta immune e tutto il nuovo apparato difensivo “allertato” potrà rivolgersi contro la tossina causale.

L’enorme ventaglio farmacologico dell’Omotossicologia permette di gestire terapeuticamente qualunque malattia, sia acuta che cronica, sia funzionale che degenerativa.

Alcuni gruppi di patologie poi rispondono in maniera straordinariamente veloce ed efficace alla terapia omotossicologica: allergie, patologie da raffreddamento,  malattie gastroenteriche, traumatologia e tutte quelle malattie che vengono classificate come sindromi da immunodeficienza.

 

www.delpretemarco.com

 

Nella seconda parte di trasmissione avremo Mauro Giulianini Thamaak è il primo sciamano di cultura italiana, in grado di fare “lettura dell’anima” attraverso il canto ed il suono. Dopo varie ricerche ha brevettato una piattaforma multisensoriale, in grado di far entrare il suono della voce e del tamburo simultaneamente nel corpo e nella mente. Si tratta della piattaforma multisensoriale Thamaak , una vera e propria pedana di legno al cui interno avviene un sistema di trasduzione sonora tra legno ed un sistema coordinato di tecnologie. I canti vengono tradotti in vibrazioni sulla superficie della pedana, stimolando i centri motori ed emozionali del piede continuando la percezione dentro tutto il corpo. La tavola armonica è decorata con 4 cerchi, che rappresentano i 4 elementi: aria, acqau terra e fuoco.

 

Giulianini mette coraggiosamente in gioco la sua vita progettando il suo particolare  progetto sull’energia frequenziale emozionale, attraverso i suoni, diventando uno dei maggiori esperti sulle proprietà terapeutiche del suono armonico, ideando e costruendo il primo centro in Italia sui trattamenti del suono creativo armonico. Per Mauro arrivò un potente risveglio interiore tale da mutare radicalmente la visione della vita, lasciando alle spalle le paure legate a vecchi schemi e condizionamenti sociali, libero di esprimere la vocazione dello Sciamano, Mauro si accorse da subito che la sua visione sciamanica non aveva nessun riferimento a tutte quelle da lui ricercate e studiate, vissute. Suo malgrado dovette accettare di essere il primo a scrivere la storia sciamanica Italiana, affermando con forza e determinazione la propria vocazione. Oggi, Mauro Giulianini Thamaak è il nuovo volto dello sciamanesimo Italiano, ospite gradito in molte fiere e congressi per le sue apprezzate “esibizioni”, portando al pubblico la sua visione personale del suono Sciamanico Italiano. Realizza cd con suoni e canti, miscelando vari stili, proponendo una nuova forma musicale, l’armonia del benessere è la somma dell’equilibrio dei sensi, questa considerazione, porta Mauro Giulianini, alla evoluzione del suono (creative sound body ). Gli strumenti suonati dal vivo sono frutto di una ricerca strumentale che Mauro Giulianini Thamaak ha eseguito negli ultimi 15 anni, creando Tamburi e vari strumenti, che rappresentano la massima espressione del suono “dell’anima”. Esegue happening e concerti sciamanici di grande qualità, conquistandosi l’appellativo di “sciamano del suono”. Secondo Thamaak la condivisione del suono è la base della vita,  questa nuova visione dello sciamanesimo è stata possibile anche al sostegno di Cristina la sua compagna, credendo fermamente in lui, tanto da diventare una valida strumentista accompagnandolo nei suoi concerti .

 

 

https://maurogiulianini2013.wixsite.com/maurogiulianini