Calcagni e la malattia: emozioni al Manin

Cremona. Il Colonnello del ruolo d’Onore Carlo Calcagni, sportivo, pilota di elicotteri e istruttore di volo, dopo una missione nei Balcani per salvare vite, più di 20 anni fa, è stato colpito da un nemico invisibile e sconosciuto, l’uranio impoverito. Attraverso lo sport e le terapie lotta ogni giorno per restare aggrappato alla vita. A Cremona ha incontrato gli studenti del liceo Manin grazie a Martina, che dopo averlo incontrato ne aveva parlato con la professoressa Rosato. Una storia fatta di successi, conquiste, imprese; di malattia, dolore, sofferenza, ma anche di coraggio, forza, resistenza, volontà che si intrecciano.

Claudia Barigozzi