DIETA RESET: ALIMENTAZIONE E FITNESS PER LA SALUTE ESTETICA

Appuntamento con Laboratorio Salute – Medicina Integrata assieme al dottor Dario Polisano, biologo-nutrizionista, ideatore del metodo alimentare “Reset” parleremo di alimentazione e fitness.

La dieta “Reset” si basa sull’eliminazione temporanea di alimenti ad alto contenuto di zucchero, carboidrati raffinati e alimenti altamente processati. Questo piano alimentare mira a ripristinare l’equilibrio metabolico nel corpo, riducendo l’infiammazione e migliorando la sensibilità insulinica. La dieta reset offre numerosi vantaggi sia agli atleti che a coloro che praticano fitness. Migliora difatti le prestazioni durante l’attività fisica, favorendo un maggiore livello di energia, concentrazione e resistenza. Inoltre, può supportare la perdita di grasso corporeo e la conservazione della massa muscolare, ottimizzando così la composizione corporea e l’efficienza metabolica. Gli alimenti integrali e nutrienti inclusi nella dieta reset forniscono al corpo i nutrienti necessari per guarire i tessuti danneggiati, ridurre il rischio di infortuni e favorire il recupero muscolare dopo l’attività fisica. Questo approccio personalizzato all’alimentazione offre la possibilità di massimizzare le prestazioni, migliorare il metabolismo e promuovere la salute a lungo termine.

Il metodo Reset è unico appunto per questa sua caratteristica: è uno stile di vita che oltre alla perdita del peso (7-10 kg in meno in 30-40 giorni nella media della popolazione), punta al riequilibrio corporeo cercando di favorire i processi di autoriparazione: meccanismi insiti in tutti gli esseri viventi e che ogni persona sempre più spesso non riesce più a sfruttare naturalmente.
Uno dei motivi potrebbe essere lo stato di intossicazione che è in atto (presente sia nella fibromialgia che nella artrite reumatoide), quest’ultimo dovuto all’introduzione di alimenti non compatibili con l’organismo del paziente.

La Dieta Reset si sviluppa in 3 diverse fasi ed è variabile a seconda del paziente e della patologia.

Nella Fase 1  avviene il Reset organico: si inizia con una dieta chetogenica innovativa che permette la produzione di corpi chetonici, l’eliminazione delle tossine e il riequilibro del sistema immunitario e quindi con effetti positivi sull’infiammazione. I corpi chetonici sono importantissimi per le modificazioni in positivo dei mitocondri ossia il “motore” della cellula; infatti quando il corpo è in chetosi la cellula si modifica, in positivo, per riadattarsi alla nuova situazione, così come avviene nel digiuno (mentre in questo caso state mangiando).​

Nella fase Fase 2  avviene la Riprogrammazione e si cominciano a introdurre gli alimenti, in particolare i carboidrati: farine, frutta, legumi vengono scelti per continuare a favorire i miglioramenti dello stato di salute del paziente.

Ed infine nella Fase 3  si cerca la Stabilizzazione.

 

Durante le varie fasi vengono utilizzate tecniche di sblocco metabolico e disintossicazione.

 

Per informazioni

www.dottdariopolisano.it

www.resetnutraceutici.it