Uno dei migliori cavalli da corsa della Gran Bretagna è stato abbattuto dopo la rottura di una zampa, che ha innescato a Londra una nuova discussione su questo sport che sfrutta gli animali. Wigmore Hall è stato ucciso dietro un grande pannello nero temporaneo, messo in pista per evitare che migliaia di tifosi potessero assistere agli angoscianti momenti finali. Lo si evince dalle foto pubblicate dal “Mirror”. Il cavallo campione si è rotto una zampa a circa 600 metri dal traguardo durante una gara nel Doncaster, sabato della settimana scorsa, in un incidente che ha coinvolto altri cavalli e fantini. Ma solo lui ha avuto la peggio.
Animal Aid ha scattato le foto inquietanti del rituale che viene seguito quando un cavallo perde la vita in pista. Le immagini scattate dagli attivisti mostrano l’animale in piedi su tre zampe, mentre la quarta, quella rotto, viene tenuta in aria, mentre un veterinario dell’ippodromo punta una pistola silenziata alla sua testa. Ad alcuni metri di distanza, il fantino Adam Kirby, 26 anni, si appoggia alla barriera mentre due funzionari della corsa reggono il pannello. Pochi secondi dopo, il cavallo è steso sul tappeto erboso e il veterinario controlla che il suo battito cardiaco si sia fermato.
Dene Stansall, membro dell’associazione, ha dichiarato: “L’industria della corsa dovrebbe vergognarsi di quello che è accaduto. Il povero Wigmore Hall è solo uno dei tanti purosangue da corsa che vengono abbattuti ogni anno. Questo grave problema del benessere degli animali dovrebbe essere portato all’attenzione del pubblico”.
L’Autorità britannica delle corse dei cavalli ha fatto sapere: “I più alti standard di benessere del cavallo sono richieste a tutti i fantini, agli allenatori e agli ippodromi. E superano di gran lunga la normativa vigente sul benessere degli animali. Negli ultimi 15 anni, il tasso di mortalità equina nella corsa britannica è diminuita di un terzo”. Intanto, Wigmore Hall ha pagato con la vita la partecipazione a quella maledetta corsa.

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata