Come stanno i cuccioli di Daniza? L’hanno chiesto alle autorità competenti gli animalisti che, ieri, sono scesi nuovamente  in strada, a Trento, per protestare contro l’uccisione della mamma orsa, avvenuta l’11 settembre scorso  e per avere notizie certe sullo stato di salute degli orsetti che, da quel giorno, vivono, soli ed indifesi, nei boschi. I cuccioli, secondo i manifestanti, dovrebbero essere attentamente monitorati e affidati ad esperti, per evitare che anche loro possano morire prematuramente o venire uccisi.  In caso le richieste non siano ascoltate, coloro che hanno a cuore le sorti dei piccoli minacciano nuove proteste durante la stagione sciistica, fiore all’occhiello dell’economia trentina.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata