L’Esercito, anche se potrebbe sembrare un paradosso, produrrà marijuana a uso terapeutico e verrà coltivata nello stabilimento chimico militare di Firenze. Dopo varie polemiche e rallentamenti, il via libera è stato dato dai ministri della Difesa e della Salute Roberta Pinotti e Beatrice Lorenzin e la notizia verrà ufficializzata entro settembre, anche se questa mattina ne ha dato notizia La Stampa di Torino. Anche se era nato con l’obiettivo di produrre medicamenti per il mondo militare, ora lo stabilimento fiorentino ha dunque esteso la sua attività anche al settore civile, con la futura produzione di farmaci derivati dalla cannabis. Attualmente, infatti, la loro importazione dall’estero avviene a costi molto elevati. Se poi la stesura dei protocolli attuativi dovesse avvenire in tempi brevi, non è da escludre che i farmaci cannabinoidi possano essere disponibili nelle nostre farmacie entro il 2015.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata