Stop alla cattura di uccelli per utilizzo come richiami vivi nell’attività venatoria per due regioni: Lombardia ed Emilia Romagna. Arriva dal ministero dell’Ambiente il fermo alle deroghe regionali alle normative europee sulla caccia per quanto riguarda i richiami vivi. Su proposta del ministro Gian Luca Galletti, il ministro degli Affari regionali Maria Carmela Lanzetta ha trasmesso ai presidenti di Lombardia ed Emilia Romagna una diffida in cui si chiede di annullare, entro 15 giorni, le delibere regionali che, rispettivamente nel giugno e nel luglio scorso, hanno autorizzato l’attivazione di impianti di cattura di uccelli selvatici da utilizzare poi come richiami vivi. Nel caso in cui le Regioni non ritirino entro il termine fissato le autorizzazioni concesse per la cattura di uccelli selvatici da utilizzare come richiami vivi, quei provvedimenti saranno annullati dal Consiglio dei ministri.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata