Il cambiamento climatico e la folle corsa al petrolio stanno distruggendo l’Artico e gli orsi polari rischiano l’estinzione. La situazione si aggrava ogni giorno di più. Negli ultimi trent’anni è andata persa tre quarti della calotta di ghiaccio che galleggia in cima al mondo a causa del nostro consumo smisurato di energia sporca da fonti fossili. Gli orsi polari stanno morendo a causa del repentino cambiamento climatico che li porta a patire la fame a causa della mancanza di ghiaccio marino da cui partire per la caccia. A rischio ci sono anche i narvali, i trichechi, le foche, i pinguini e le altre specie che abitano al Polo. Come se non bastasse, le grandi compagnie petrolifere hanno intenzione di trivellare la fragile zona. Greenpeace si batte per salvare l’Artico e anche noi possiamo aiutare chi lotta perchè questo scempio abbia fine, inviando un semplice sms con la scritta

ARTICO11 al 331 1234 331

per chiedere la creazione di un’area protetta e vietare le perforazioni petrolifere e la pesca industriale distruttiva.

 

5 Risposte

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata