Tagliava le orecchie ai dobermann una pratica vietata da anni in Italia e per questo è stato denunciato. Protagonista di questo reato un noto veterinario bresciano che è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura di Brescia per maltrattamento di animali. Il veterinario, inoltre, avrebbe anche falsificato un certificato medico per attestare che l’intervento si era reso necessario per una malattia dell’animale, unico caso per il quale è consentito il taglio delle orecchie, anche se il povero dobermann stava benissimo. Il blitz da parte della polizia ecozoofila e degli agenti della questura di Brescia è scattato proprio mentre l’uomo stava operando il cane, nel suo ambulatorio. Il veterinario avrebbe confessato che da tempo eseguiva questa pratica, ammettendo le proprie colpe.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata