Uno studio dell’universita’ di St. Andrews dimostra come le balene si siano perfettamente adattate ai cambiamenti climatici. Le balenottere e le megattere hanno modificato i tempi della loro migrazione stagionale in risposta al riscaldamento del pianeta. La lunga ricerca, condotta tra il 1984 e il 2010, e’ stata pubblicata su PLoS One. Per anni i ricercatori hanno osservato le migrazioni di balenottere e megattere nel Golfo di San Lorenzo, nell’Atlantico, dove queste balene arrivano alla fine di ogni inverno per la proliferazione dell’abbondante fauna ittica. I mammiferi arrivavano in queste aree ricche di cibo in media un giorno prima rispetto a quello precedente ma in due momenti distinti: le balenottere giungono per prime e lasciano la zona prima dell’arrivo della megattere. Durante la ricerca gli studiosi sono rimasti colpiti dal fatto che queste due specie sincronizzavano il momento del loro arrivo per evitare di competere per il cibo. Alla luce dei mutamenti registrati, gli studiosi sollevano preoccupazioni per il futuro, riflettendo sulla possibilita’ delle balene di continuare a far coincidere il loro arrivo nel Golfo di San Lorenzo con la presenza di plancton e altre prede.

 

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata