L’anno scorso più di mille rinoceronti sono stati affogati in Sud Africa, il numero degli elefanti è diminuito del 66 per cento in soli cinque anni, ed è decuplicata l’esportazione di leoni “trofeo” – con cacciatori che portano a casa le teste e i corpi degli animali per impagliarli e appenderli. In risposta a tali minacce, South African Airways ha decretato l’immediato divieto mondiale di trasportare qualunque tipo di trofeo di caccia fatto con rinoceronti, leoni, elefanti e tigri. Sulla piattaforma on-line Change.org è partita la petizione  per chiedere alla Delta Air Lines e ad altre compagnie aeree di abbracciare questa politica e di rifiutare di trasportare trofei di animali esotici.  South African Airways ha chiarito che questo divieto si applica a tutti i trofei di caccia, senza eccezioni, “anche se lo spedizioniere ha un regolare permesso rilasciato dalle autorità competenti”. “Con la diminuzione – giunta quasi fino all’estinzione – della fauna selvatica, un tempo invece molto ricca”, non c’è giustificazione per l’abbattimento di animali così incredibili solo per sport o vanità. Ma perché l’embargo della South African Airways abbia il risultato più efficace possibile nel salvare le vite degli animali, è indispensabile che il divieto di trasporto di trofei di caccia sia imposto da tutte le compagnie aeree. Come compagnia tra le più grandi al mondo, e come unica statunitense con un servizio diretto in Sud Africa, Delta Air Lines è in una posizione chiave per aiutare a proteggere queste e altre specie vulnerabili di animali selvatici da ulteriori pressioni di caccia e bracconaggio. Rifiutando di svolgere un ruolo nella catena del traffico della fauna selvatica, Delta Air Lines può dare prova della forte ed etica leadership che ne ha fatto una società così rispettata e di successo. Ancora più importante, Delta preserverà una preziosa risorsa naturale che rappresenta uno dei motivi principali per cui i clienti scelgono di volare con Delta per visitare l’Africa e altre destinazioni a contatto con la natura. La situazione è tragica ed è guidata quasi esclusivamente dal traffico illecito da 20 miliardi di dollari di parti del corpo di animali.

per firmare la petizione: https://www.change.org/p/stop-al-trasporto-di-trofei-di-animali-esotici

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata