Cinquemila esemplari di mosche dell’olivo geneticamente modificate verranno rilasciate in una zona della Catalogna ogni settimana dalla società inglese Oxitec. Questi insetti, secondo la denuncia dell’associazione TestBiotech, sono manipolati in modo che i discendenti femmine muoiano non appena spuntate le larve nelle olive, mentre la generazione successiva di maschi è programmata per sopravvivere. L’esperimento durerà un anno e coprirà un’area di mille metri quadrati, l’obiettivo dichiarato è quello di ridurre la popolazione di questo parassita. Gli insetti però possono diffondersi al di là di ogni controllo e potranno facilmente arrivare nell’area vasta del Mediterraneo, per esempio in Francia, Grecia, Italia, Portogallo e nel resto della Spagna. Alcuni paesi hanno chiesto che venga vietato l’esperimento e con loro anche tutta una serie di associazioni ambientalisti e anti-Ogm presenti in tutta Europa.

Contatti:

Víctor Gonzálvez – direttore della Sociedad Española de Agricultura Ecológica

vgonzalvez@agroecologia.net, Tel: +34 627343399

Christoph Then, Testbiotech, Tel + 49 15154638040,info@testbiotech.org

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata