Un cucciolo di orso del sole scoperto la scorsa settimana all’interno di uno zaino mentre veniva trasportato illegalmente, è arrivato al centro di recupero di Animals Asia, in Vietnam, nelle prime ore di questa mattina dopo un salvataggio urgente. Il cucciolo di tre mesi, che è stato chiamato Murphy, è stato scoperto dai rangers del Dipartimento Forestale nel distretto di Sop Cop, nella provincia montagnosa a nord ovest di Son La, che confina sia con il Laos che con la Cina. Quando le guardie forestali hanno affrontato il bracconiere che stava trasportando l’orso in uno zaino, è fuggito nuotando lungo un fiume per scappare ma è stato successivamente rintracciato grazie alla targa della sua moto e arrestato. Egli ha ammesso di aver ucciso la madre del cucciolo per poter così contrabbandare il piccolo e ora si trova a dover affrontare pesanti accuse penali. Essendo così piccolo, era di vitale importanza per il cucciolo ricevere subito le cure necessarie per assicurargli la sopravvivenza, innescando quindi una vera e propria corsa contro il tempo per finire di firmare tutti i permessi e trasportarlo per oltre 430km attraverso terre isolate e montagnose. A oggi, Animals Asia ha recuperato 32 cuccioli di orso nel paese, tutti vittima di bracconieri e trafficanti. Gli orsi contrabbandati nella regione sono quasi sempre destinati alle fattorie della bile in Cina e in Vietnam. Si stima che in Cina più di 10.000 orsi siano rinchiusi all’interno delle fattorie per estrarre loro la bile e venderla, per essere utilizzata nella medicina tradizionale. Mentre le fattorie della bile in Cina sono legali, i trafficanti di animali selvatici sono da tempo considerati fuorilegge. In Vietnam, l’industria della bile è illegale dal 1992, ma la pratica continua, con 1.245 tra orsi della luna e orsi del sole ancora detenuti all’interno delle fattorie in tutto il paese, secondo una statistica rivelata a marzo di quest’anno dal Ministero dell’Agricoltura e dello Sviluppo Rurale.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata