Marina Militare e l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (Ispra) insieme per agire in materia di sicurezza nazionale e salvaguardia dell’ambiente marino. È questo lo scopo dell’accordo triennale firmato dalle due istituzioni nell’ambito di un programma che viene seguito anche da molti più stati che stanno cominciando ad intraprendere politiche indirizzate alla tutela ambientale. Obiettivi dell’accordo sono lo sviluppo congiunto di sistemi integrati di monitoraggio del mare, scambio di informazioni e aggiornamento delle banche dati per la realizzazione di cartografia digitale nautica e tematica dei fondali marini, rilievi idro-oceanografici e indagini ambientali per la tutela e protezione degli ambienti marini, capacità di risposta sugli inquinamenti in alto mare. Marina Militare e Ispra promuoveranno azioni congiunte per lo sviluppo di sistemi integrati di monitoraggio del mare, anche in relazione alla Rete Ondametrica Nazionale dell’Ispra, ai sistemi di radar costieri, nonché all’uso dei dati e informazioni ottenuti da piattaforme e servizi satellitari. L’Ispra offrirà un supporto tecnico-scientifico alla Marina Militare fornendo servizi di oceanografia operativa, di previsione meteo-marine, assistenza nel campo del monitoraggio ambientale, delle attività antinquinamento e di mitigazione degli impatti delle attività operative; si occuperà inoltre delle attività formative per l’addestramento del personale militare sulle tematiche ambientali. La Marina Militare metterà a disposizione infrastrutture, mezzi aeronavali e subacquei, informazioni e dati dell’Istituto Idrografico della Marina.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata