Sulla Terra esistono 1,9 milioni di specie viventi note e di queste, secondo l’Unione internazionale per la conservazione della natura, 800 si sono certamente estinte. Per un team internazionale di ricercatori, tuttavia, il dato è fortemente sottostimato, perché considera prevalentemente mammiferi e uccelli e non tiene conto degli invertebrati, che costituiscono quasi il 99% della fauna conosciuta. Inserendo nel calcolo animali come insetti, ragni e lumache, a risultare estinte potrebbero essere 130 mila specie. In uno studio pubblicato sulla rivista Proceedings of the National Academy of Sciences, ricercatori statunitensi e francesi invitano ad accendere i riflettori sugli invertebrati per cercare di mettere a fuoco l’attuale crisi della biodiversità, che secondo alcuni esperti lascerebbe presagire la sesta estinzione di massa – stavolta causata dall’uomo – dopo le cinque che si sono verificate sul Pianeta nel corso dei millenni.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata