Vietate da oggi le preparazioni farmaceutiche che favoriscono il dimagrimento. Ad entrare nell’occhio del ciclone sette principi attivi: triac, clorazepato, fluoxetina, furosemide, metformina, bupropione e topiramato. Questa la decisione presa dal Ministro della Salute Beatrice Lorenzin. Secondo una nota diffusa dal Ministero, infatti, “di queste sostanze, autorizzate singolarmente per diverse indicazioni terapeutiche (come trattamento di ansia, depressione, diabete, ipertensione e epilessia) viene spesso fatto un abuso, utilizzando varie associazioni, per finalità meramente estetiche”. La decisione, attuata con un decreto, è stata sostenuta dall’Agenzia Italiana del Farmaco, che ha trasmesso al Ministero diverse segnalazioni di sospetta reazione avversa della Rete Nazionale di Farmacovigilanza. Dalla segnalazione dell’Aifa è emerso che le preparazioni magistrali contenenti i citati principi attivi “singolarmente, ma più spesso in associazione combinata tra di loro quando utilizzati a scopo dimagrante, hanno un rapporto beneficio-rischio estremamente sfavorevole e possono essere pericolose per i soggetti che ne fanno uso”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata