Entro marzo 2016 la Conferenza Stato – Regioni potrebbe decidere l’autorizzazione di abbattimenti legali del lupo nel nostro Paese. Il WWF ha lanciato una petizione per chiedere al al Ministro dell’ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Gian Luca Galletti e al Presidente della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini di non concedere le deroghe al divieto di rimozione di lupi dall’ambiente naturale prevista nel “Piano di conservazione e gestione del lupo in Italia”. Se il Piano sarà approvato nella versione attuale 60 lupi potranno essere abbattuti ogni anno legalmente nel nostro paese, in un contesto in cui già centinaia di lupi vengono brutalmente uccisi dal bracconaggio con il fucile, bocconi avvelenati o lacci di filo metallico. Almeno 300 lupi sono così uccisi ogni anno dal bracconaggio e se si aggiungono le morti accidentali per investimenti stradali si stima già oggi nel nostro Paese una mortalità causata direttamente dall’uomo tra il 15 – 20% della popolazione, considerando una popolazione minima stimata di 1200/1500 lupi, comprendendo sia popolazione appenninica che alpina.

PER FIRMARE LA PETIZIONE:
http://www.wwf.it/lupo/soslupo/

3 Risposte

    • Viola

      Io sono Viola ho 12 anni e mi sembra ingiusto che gli animali debbano morire per l’uomo e i suoi problemi.
      Vorrei far smettere a queste persone di ammazzare questi poveri lupi che già sono in pericolo di estinzione. Grazie e spero che smettano di uccidere queste creature, lo stesso per i delfini in Giappone … aiutateli!!!! Grazie mille e arrivederci.Fate qualcosa

      Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata