Riscatto Animale, con Attivisti per gli Animali Torino e Dintorni e il movimento Cani Sciolti organizzano per sabato 9 aprile un corteo nazionale contro la vivisezione a Torino.  Il ritrovo è fissato per le 14.30 in Piazza Vittorio Veneto angolo Lungo Po Armando Diaz. Partenza alle ore 15.00 e arrivo alle 17.30 zona Stazione Porta Susa. La manifestazione pacifica prevede la pertecipazione di molte sigle di associazioni e movimenti per i diritti degli animali provenienti da molte città italiane che torneranno in piazza per ribadire che essere contro alla sperimentazione in vivo significa essere a favore di una ricerca più giusta e più sana, che salvi la vita umana ed animale. Attivisti, volontari, gente comune con medici e ricercatori antivisezionisti saranno a Torino in corteo per dire no alla vivisezione “eticamente” perché gli animali sono esseri senzienti capaci di provare dolore e sofferenza e “scientificamente” perché si tratta di un errore metodologico, un metodo ottocentesco e fallace che non ha mai portato ad alcun risultato, anzi spesso solamente ad errori, allontanando da risultati sicuri. Chi si batte per l’abolizione della vivisezione non propone fantascienza, ma metodi alternativi/sostitutivi e a rilevanza umana, una realtà che esiste e che finora è stata fin troppo ignorata per gli interessi di pochi e a danno della vita di animali e malati. Sottolinea Claudia Corsini, presidente di Riscatto Animale: “E’ arrivato il momento di cambiare, i tempi sono maturi e noi facciamo parte di una vera rivoluzione, un cambiamento radicale nel pensiero di gran parte della comunità scientifica. Abbiamo fatto molto fin qua, ma dobbiamo ancora insistere. Interi decenni di sperimentazione animale e nessun risultato: la sperimentazione animale si è dimostrata inequivocabilmente fallace, inutile e dannosa ed eticamente crudele. Cercare di far ammalare gli animali per curare l’uomo è una idea che appartiene al passato, la ricerca biomedica va incentrata sulla specie umana. In questo corteo noi sosteniamo un progetto rivoluzionario, il progetto Penco (*) ed i metodi di ricerca a rilevanza umana.” Chiediamo un vero cambiamento nella ricerca , moderno , etico e incentrato sui tessuti ed organi umani”. Al termine del corteo ci saranno interessanti interventi sull’argomento da parte degli organizzatori che leggeranno anche un messaggio della professoressa Mirta Bajamonte, Biomedico-embriologo Clinico e referente scientifico di Riscatto Animale e della biologa Valeria Roni consulente scientifico di LEAL Lega Antivisezionista. Verrà poi data la parola a rappresentanti di movimenti per i diritti degli animali…

(*) www.progettopenco.org

Fonte e testo Comunicato Nazionale Corto Anti Vivisezione di Torino

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata