Conigli: mille sofferenze e zero diritti. È lo slogan scelto dalla Lav contro l’allevamento intensivo dei conigli per scopi alimentari. La campagna si propone di informare i cittadini sugli abusi che questi animali subiscono durante la loro breve vita e durante il trasporto verso il mattatoio attraverso una video-investigazione realizzata dalla Lav e da Animal Equality all’interno dei principali allevamenti e macelli di dieci province italiane. L’indagine, svolta da una squadra investigativa sotto copertura, documenta una dura realtà di maltrattamenti e una modalità di allevamento che non garantisce nessun tipo di controllo né tutela per la salute dei conigli. Non ci sono leggi che li tutelino, anche se sono gli animali da compagnia più diffusi dopo cani e gatti e oggi siano più di un milione quelli che vivono nelle case degli italiani. Per porre fine a questa cruda realtà si può firmare la petizione Lav-Animal Equality per riconoscere i conigli come animali familiari e garantire loro una tutela giuridica tramite una nuova legge».La petizione può essere firmata in tutti gli stand della Lav oppure sul sito www.coraggioconiglio.it.

1 risposta

  1. antonietta

    dobbiamo essere consapevoli della sofferenza degli animali, io ho visto in una cascina come allevano i conigli, terrificante!! mai più mangiato.

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata