Il sapore del caffè e della cioccolata aiuterà a finanziare la ricerca contro la leucemia mieloide acuta, un tumore del sangue molto aggressivo. Parte il 5 maggio la campagna ‘Fai viaggiare la ricerca’, che prevede la distribuzione, nei ristoranti di aeroporti, stazioni ferroviarie e autostrade, di shopper bag destinate a finanziare il progetto che vede la partecipazione dei Centri di Ematologia italiani. Ad oggi, mortali nel 95% dei casi, spiega Franco Mandelli presidente Fondazione Gimema (Gruppo Italiano Malattie Ematologiche nell’adulto), “le leucemie mieloidi acute possono colpire durante tutto l’arco della vita, dai bambini agli anziani, e hanno una cura che non ha avuto cambiamenti negli ultimi 40 anni. Ricerche in vitro hanno mostrato che farmaci derivati da acido retinoico, già utilizzato con successo per forme di leucemia premielocitica, potrebbero essere efficaci anche nelle forme mieloidi acute. Se confermato, sarebbe una scoperta rivoluzionaria in grado di cambiare la prognosi di vita di molte persone”. Il progetto, promosso dall’associazione ‘Fai viaggiare la ricerca Onlus’, specifica Silvio Garattini, fondatore dell’Istituto di Ricerche farmacologiche Mario Negri, “in una prima fase mira a mettere a disposizione un test genico attraverso cui riconoscere quali sono i pazienti con leucemia che possono avere vantaggio da trattamento con acido all-trans retinoico (Atra). Quindi metterà a punto un protocollo per valutare l’effetto della terapia su persone con leucemia mielode acuta”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata