La plastica dal mare arriva anche nel piatto: l’ allarme per la salute arriva dal nuovo rapporto di Greenpeace che chiede al Parlamento di mettere al più presto al bando la produzione e l’uso di microsfere di plastica nel nostro Paese. Una proposta di legge a questo fine è già stata presentata da Marevivo. La plastica ingerita dagli organismi marini, infatti, risale la catena alimentare e arriva nel cibo che mangiamo. Un bando alla produzione di microsfere è, per il Governo e il Parlamento, la via più semplice per dimostrare attenzione agli effetti dell’inquinamento del mare e ai relativi rischi per la salute umana anche se è solo un primo passo per affrontare il gravissimo problema della plastica nei nostri oceani” afferma Giorgia Monti, responsabile Campagna Mare di Greenpeace Italia.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata