Una sentenza del Tribunale di Cagliari stabilisce che nessuno può vietare gli animali in casa. Nessuna norma condominiale può negare la possibilità ad un condomino di tenere un animale domestico. La sentenza è stata segnalata dalla “Lav Area Animali Familiari” ed è stata pubblicata sul “Sole 24 Ore”. In particolare, il giudice ha chiarito per la prima volta in modo esplicito che anche il regolamento di natura contrattuale, ossia quello deliberato all’unanimità o predisposto dal costruttore dello stabile condominiale ed allegato ai singoli atti di compravendita, è affetto da nullità sopravvenuta sia in relazione alla legge di riforma del condominio che ha introdotto l’articolo 1138, ultimo comma, del Codice Civile, sia in quanto contraria ai principi di ordine pubblico. Quindi, sia i regolamenti contrattuali che si sono formati prima della legge 220/2012 che quelli redatti successivamente alla sua entrata in vigore sono nulli nella parte in cui prevedono il divieto di detenere animali domestici in condominio.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata