L’Italia è il terzo Paese in Europa per il consumo di antibiotici destinati ad animali, dopo Spagna e Cipro. Sono 800 milioni i capi che ogni anno assumono antibiotici, ben il 71%, a fronte di un alto numero di persone, tra le 5.000 e le 7.000, che ogni anno muoiono per resistenza agli antibiotici. I dati sono stati diffusi da Legambiente in occasione della sottoscrizione di un protocollo con la ong CIWF ( Compassion in World Farming) attiva per la difesa del benessere animale all’interno degli allevamenti, e arrivano da ECDC (European Centre for Disease Prevention and Control), EFSA (European Food Safety Authority) and EMA (European Medicines Agency) e SIMIT (Società Italiana di Malattie Infettive e Tropicali).Le due ong chiedono che alcune buone pratiche d’allevamento estensivo vengano inserite nel Piano triennale per il Benessere Animale, che il ministro Lorenzin si è impegnato ad approvare entro il mese di dicembre. Il benessere animale all’interno degli allevamenti è fondamentale non solo per gli stessi animali ma anche per la salute umana e per l’ambiente. Legambiente e CIWF hanno stretto l’alleanza che si propone di promuovere un cambiamento significativo nell’industria e nelle istituzioni , verso un modello economico sostenibile e all’insegna della sicurezza alimentare.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata