Il mondo animalista si muove per fermare la castrazione dei maialini da latte senza alcuna anestesia. Una pratica cruenta e dolorosa per gli animali: le alternative esistono, come la somministrazione di un apposito vaccino che inibisce la formazione dell’ormone che causa l’odore di verro e che non comporta, secondo i dati scientifici raccolti, effetti collaterali per l’animale. Nel 2010 è nata la dichiarazione Europea – Dichiarazione di Bruxelles “Boar 2018”- che si prefigge come obiettivo quello di porre fine alla castrazione chirurgica dei suini nel territorio dell’UE entro il 1° Gennaio 2018. La ratifica della Dichiarazione deve essere la priorità assoluta per i Governi, e per tutte le istituzioni nazionali ed europee. I Paesi che si preparano ad abbandonare la pratica della castrazione chirurgica dei suini sono Danimarca, Francia, Finlandia, Norvegia, Austria e Germania. Firma qui perché anche in Italia questa pratica venga bandita!

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata