Molti cavalcavia, in Italia, restano tragicamente a rischio crollo poiché realizzati con materiali scadenti e privi di collaudo e il detonatore che provoca queste tragedie, secondo il testimone di giustizia Gennaro Ciliberto che ha lanciato una petizione, è la corruzione, con direzioni dei lavori colluse e collaudi inesistenti che poi fanno il resto, così come gli appalti gestiti dalla camorra, che fanno di queste opere pubbliche un pericolo per l’incolumità pubblica. Ma non devono più esserci morti innocenti, non deve più crollare nemmeno un ponte. Per questo si chiede al governo, al Ministro delle infrastrutture, la creazione di una Commissione permanente di collaudo con rotazione dei membri ogni due anni e all’interno un membro dell’ANAC. Per farlo si può mettere la propria firma sulla petizione online sul sito change.org.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata