In Italia circa il 50% delle donne in gravidanza beve alcol. E’ il dato pubblicato da uno studio canadese pubblicato su Lancet Global Health. Nel mondo sono, complessivamente il 10% le donne che consumano alcol durante i nove mesi di gestazione e secondo questo studio, Ogni anno, in tutto il mondo nascono circa 119.000 bambini affetti dalla cosiddetta sindrome feto-alcolica. Si tratta di una malattia congenita che provoca anomalie e disabilità causate da un’esposizione prenatale all’alcol etilico.  La sindrome feto-alcolica, o fetale alcolica (FAS), è la più grave forma di malattia appartenente allo ‘spettro dei disturbi feto-alcolici’ (FASD), un termine ‘ombrello’ che include anche la sindrome feto-alcolica parziale (PFAS), i disordini dello sviluppo neurologico alcol-correlati (ARND) e i difetti congeniti alcol-correlati (ARBD). La FAS è caratterizzata da problemi mentali, comportamentali e di apprendimento, oltre che da una serie di disabilità fisiche.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata