Eccoci a parlare ancora di cannabis terapeutica che con l’anno nuovo è in arrivo nel nostro paese prodotta dallo stato, più precisamente nello stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze.

Il Ministero della salute ne ha dato l’annuncio e ha spiegato che la sostanza, che si chiama Fm2 (non a caso “Farmaceutico militare 2”) è destinata dove verrà utilizzata per la preparazione di formulazioni magistrali (o preparati galenici) su prescrizione medica.

La proposta prevedeva una fase sperimentale della durata di due anni, prima della messa in commercio del prodotto. Tempi rispettati dunque e prime spedizioni a gennaio, di cui si conosce già il destinatario: la farmacia Campedello di Vicenza.

La formulazione più economica che verrà preparata con la cannabis di stato è in cartine, specifica Wired.it, da utilizzare poi per decotto o vaporizzazione. Per i pazienti che iniziano la terapia solitamente si utilizzano 2 cartine da 25 milligrammi al giorno, e quindi la spesa mensile, grazie alla cannabis prodotta in Italia, non supererà i 30 euro, contro i 48 che servivano per la cannabis olandese.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata