La regione di Sungai Putri “figlia del fiume”, questo il nome indigeno, è parte della più grande zona umida d’acqua dolce dell’Asia. Situata sulla costa sud-occidentale del Borneo, vanta un paesaggio mozzafiato ed un ecosistema di torbiere eccezionale. Circa un terzo dei 550 km2 è coperto da foreste primarie. Oltre un migliaio di oranghi vivono nella fitta foresta, nascosti fra le cime degli alberi giganti. Gli scienziati li hanno scoperti solo da dieci anni. Gli indigeni, però, hanno sempre saputo dell’esistenza degli “uomini della foresta”. Oggi, la loro sopravvivenza è minacciata: da dicembre 2016, l’azienda Mohairson Pawan Khatulistiwa (PT MPK) vuole drenare le torbiere per implementare piantagioni di alberi a crescita rapida. La conservazione delle torbiere è fondamentale per la sopravvivenza degli oranghi, ma anche per la nostra. Sul sito di “Salviamo la foresta” è stata promossa una petizione per chiedere che questa area venga preservata e quindi che venga salvata anche la vita di questi animali.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata