I possessori di veicoli dotati di alimentazione elettrica pura ora potranno  ottenere il permesso ZTL Blu-A a titolo gratuito, anche se non rientrano nelle categorie attualmente autorizzate. Questi sono i frutti di un “provvedimento ponte” approvato martedì 27 giugno dalla giunta di Chiara Appendino, nel quadro di una revisione generale delle modalità di accesso alla ZTL cittadina, che avrà regole a favore dei veicoli con meno emissioni inquinanti.

“Si tratta di decisioni che incidono sul comportamento dei cittadini con l’obiettivo primario di tutelare l’ambiente, al fine di incentivare il ricambio dei mezzi più inquinanti con quelli più ecologici, ibridi ed elettrici, verranno rilasciati, a titolo scontato o gratuito, i permessi di circolazione in ZTL”. Ha spiegato Maria Lapietra, Assessore alla Mobilità e ai Trasporti.

La richiesta potrà essere effettuata da tutti i proprietari senza vincolo di residenza in città. Per i non residenti a Torino, che necessitano di accessi occasionali, è resa disponibile anche la procedura di accesso con esenzione a posteriori, anch’essa gratuita.

I possessori di mezzi ad alimentazione ibrida elettrica e di veicoli bifuel (metano o gpl), che rientrano nelle categorie che hanno diritto al permesso Blu-A potranno ottenerlo invece ad un costo scontato del 50%.In questo caso è necessaria un’immatricolazione successiva al 2015, emissioni CO2 minori a 110 g/km e la residenza nella città di Torino.

Infine i possessori di veicoli commerciali leggeri ad alimentazione bifuel (metano o gpl), avranno la possibilità di richiedere il rilascio di un permesso ZTL tipo BLU-A anche se non rientranti nelle categorie o quantità indicati nell’ordinanza ZTL vigente (n.81355). E’ richiesta però, in questo caso, la residenza o sede legale nella Città di Torino e che il veicolo sia almeno Euro 3.

Grazie a questo provvedimento l’amministrazione comunale vuole incentivare il rinnovo del parco auto a favore di veicoli con meno emissioni. Anche chi svolge attività professionale in centro, infatti, potrà farlo in deroga alle vigenti regole decidendo di utilizzare un veicolo meno inquinante, di proprietà o in sharing.

Inoltre la decisione di prorogare il rilascio di speciali permessi ZTL per veicoli merci ecologici e dotati di un particolare sistema di geolocalizzazione si inserisce, anche in questo caso, in un quadro di gestione smart ed ecologica della logistica merci all’interno della ZTL. Ad oggi con il progetto NOVELOG le ditte che hanno partecipato sono 10, sostituendo 50 veicoli altamente inquinanti con veicoli di nuova produzione, di cui 2 a trazione elettrica, 4 a metano e i rimanenti con Euro5.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata