Non ha lo stesso effetto visivo del petrolio, ma anche l’olio di palma, se riversato a tonnellate nel mare e sulle spiagge, provoca danni enormi all’ecosistema. Lo hanno vissuto sulla loro pelle gli abitanti di Hong Kong, dove una gigantesca chiazza d’olio di palma si è sparsa nell’acqua e ha investito le rive dopo la collisione fra due navi avvenuta nelle acque interne della Cina ma in prossimità del delta del Fiume delle Perle. Il governo cinese non ha fornito dati precisi sulle dimensioni della chiazza, ma ha inviato nove navi per ripulire l’acqua dall’olio. Numerose spiagge sono state chiuse, e sono stati utilizzati grandi nastri assorbenti per raccogliere l’olio in prossimità delle rive. Decine di volontari hanno cercato di supplire all’insufficienza dei servizi governativi e si sono rimboccati le maniche per pulire la sostanza biancastra e grumosa formatasi a seguito del contatto dell’olio con l’acqua e il sale.

 

 

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata