Tra gli adolescenti americani è stata registrata un’impennata dei casi di ipertensione. Secondo gli ultimi dati ,il 3.5 per cento dei teen-ager ne soffre, nel 2004 erano solo l’uno per cento.  A lanciare l’allarme, pubblicando nuove linee guida, sono gli esperti sul Journal ‘Pediatric’. Le raccomandazioni – che mirano ad istruire i medici sulla corretta diagnosi del disturbo – sono state messe a punto da una commissione, che ha rivisto 15.000 tra articoli ed analisi sui modi di valutazione e diagnosi della pressione alta nei ragazzi.     Tra le cause principali dell’aumento della patologia viene indicata l’obesità. Il comitato ha concluso che ben il 75 per cento dei casi di ipertensione adolescenziale non viene accuratamente diagnosticato.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata