Mancano poco meno di 100 firme per raggiungere l’obiettivo della petizione, lanciata su Change.org, per chiedre l’introduzione del rispetto per gli animali e l’antispecismo nei programmi di insegnamento scolastici, per un’educazione all’amore verso le altre forme di vita affratellate a noi sul pianeta. L’Articolo 13 del Trattato di Lisbona ha definito gli animali come “esseri senzienti”, decretando che l’Unione Europea e gli Stati membri devono tenere pienamente conto delle esigenze in materia di benessere degli animali in quanto esseri senzienti. Pertanto dobbiamo rispettare gli animali nella loro esigenza di vivere e di non essere maltrattati. È necessario insegnare ai bambini e ai ragazzi che noi umani dividiamo questo pianeta con altri abitanti che come noi provano emozioni, sentimenti e come noi possono soffrire sia fisicamente e sia psicologicamente. Un documento promosso della psicologa Annamaria Manzoni e sostenuto da oltre 600 psicologi rivela il danno che la violenza nei confronti degli animali provoca nei bambini e nei ragazzi. Intere generazioni cresceranno nella convinzione che questa sofferenza sia lecita e si abitueranno a non cogliere i segni della sofferenza e del terrore. Una educazione all’insensibilità e all’accettazione della condizione di inferiorità degli animali rispetto all’uomo, il quale a buon diritto può usarli a suo piacimento, anche solo per divertirsi della loro condizione di sofferenza.

Ecco il link della petizione: https://www.change.org/p/introduciamo-il-rispetto-per-gli-animali-nelle-scuole

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata