Durante questa puntata di ‘Laboratorio Salute’ nella prima parte abbiamo parlato dei benefici del gin-pent assieme a Marino Ambrogio, titolare della azienda Ambrogio Italia, ed il dottor Antonio Schiavo, farmacista, omeopata ed esperto di fitoterapia.

In particolare spiegheremo in che modo questa pianta adattogena favorisce la fluidificazione del sangue, aumenta l’elasticità delle arterie, migliora la contrattilità del muscolo cardiaco ed agisce su colesterolo ed ipertensione, favorisce il trasporto di ossigeno e permette un abbassamento della infiammazione generale del corpo favorendo quindi una diminuzione dei sintomi di varie patologie che colpiscono il sistema immunitario.

Come secondo argomento parleremo di arpaterapia assieme alla prof.ssa Eleonora Perolini diplomata al conservatorio che affianca la sua carriera artistica all’insegnamento nella scuola pubblica e del metodo Arpademia – Centro Internazionale di Musica e Cultura, e Piera Migliore allieva di arpaterapia

Da secoli è testimoniata la relazione benefica tra musica e guarigione. Attualmente l’influenza della musica su persone di età e culture diverse è ampiamente documentata. L’arpaterapia trova numerose applicazioni con bambini, adulti e anziani, affetti da diversissime patologie e può essere praticata in svariati contesti, ospedalieri, olistici, del benessere…

Il suono dell’arpa in particolare muove l’anima e il corpo, grazie alla sua cassa armonica, che amplifica notevolmente le vibrazioni delle corde, in modo tale che la melodia raggiunge il sentire dell’individuo.
Infatti le corde dell’arpa vibrando secondo lo stesso principio della voce umana raggiungono il sentire emotivo della persona, creando un benefico effetto interiore, uno stato di calma e di rilassamento.

Tutto questo è facilitato dal fenomeno acustico delle onde sonore, create dalla percussione della corde che infondono una condizione di benessere, esercitando un effetto calmante e stimolando un vero e proprio massaggio corporeo. Ecco quindi il benefico risultato della musica anche per i bambini, le donne in gravidanza, i malati terminali, gli anziani e l’influenza positiva sul benessere nel ridurre lo stress e nel migliorare la qualità di vita.

Le Corde del Cuore è un volume autobiografico che racconta le esperienze realmente vissute di un’arpista che abituata ai riflettori delle sale da concerto, alla vita dell”orchestrale, a causa di una difficile gravidanza si ritrova nell’ambito medico scientifico della ricerca attraverso l’effetto della vibrazione della corda sull’individuo. Alternando concerti e ospedali trascorrono dodici anni di esperienze meravigliose che effettuano sulla musicista un grande cambiamento interiore.

Infine abbiamo visto quali sono i benefici del Thai massage assieme a Stefano Lombardo, figlio di madre thailandese e di padre italiano. Cresciuto a Catania, vive a Ravenna ed è entrato a far parte dell’associazione Naga nell’estate 2017. Nāga, Associazione Culturale Thailandese, nasce nel 2015 a Villafranca Padovana, con lo scopo di promuovere attività culturali, sociali, ricreative e di formazione della persona: massaggio tradizionale, danza, gastronomia, fruit carving/incisione della frutti, lingua.

Grazie al team qualificato e riconosciuto a livello internazionale, organizzano serate a tema, che possono comprendere tutte le attività citate qui sopra.

Nata in Thailandia, Nam Rattana Cantoni, si trasferisce in Italia all’età di 22 anni e da allora considera il Bel Paese come casa sua, senza mai dimenticare le sue radici. Dopo numerose e fortunate attività imprenditoriali, infatti, nel 2015 decide di impegnarsi socialmente e di fondare Nāga, associazione che dà lustro alla cultura thai e, al tempo stesso, permette ai Thailandesi residenti in Italia di meglio integrarsi, conoscere il Paese in cui vivono e perfezionare le loro capacità.

Secondo una leggenda del Sud-est asiatico, Nāga è un grande serpente con la cresta, scala verso l’universo, simbolo di grandezza ed abbondanza, collegato all’acqua ed alla vita. Allo stesso modo, dunque, l’Associazione vuole offrire a tutte le persone che si approcciano a lei benessere, salute e crescita personale.

Il massaggio thailandese è come un viaggio con corpo e mente attraverso il tempo e lo spazio. Un sapere che attraverso sfioramenti, pressioni e torsioni cerca di congiungere la dimensione mentale e quella fisica, risvegliando così la capacità di autoguarigione dell’organismo. Le cause di molti disturbi psicosomatici vanno ricercate nella fossilizzazione delle emozioni e, conseguentemente delle energie, in alcune parti dell’organismo.

Stimolare e sbloccare queste occlusioni energetiche attraverso il massaggio significa, dunque, non solo liberare quella determinata zona e aiutarla a ritrovare la migliore forma possibile, ma anche innescare una reazione psicoemotiva che porterà a percepire il proprio corpo in modo più libero ed “emozionalmente” diverso. Uno degli scopi principali del massaggio è quello di contribuire a riportare l’uomo in se stesso. Il massaggio riconduce la nostra attenzione all’universo delle “sensazioni elementari” e qui, nella condizione di semplicità così richiamata, si riaccendono i ritmi vitali del corpo che in questo modo si armonizza.

 

 Per contattare gli ospiti ecco i riferimenti:

Marino Ambrogio

Ambrogio Italia

Via Ermengarda

25024 Leno (Brescia – Italy)

www.ambrogioitalia.com

Email info@ambrogioitalia.com

Tel 030906285

Paola Migliore

Arpademia

Facebook:  Medicina Naturale Arpaterapia

Telefono: 389-4641334

Stefano Lombardo

www. faustocapurro.com

Facebook: NĀGA Associazione Culturale Thailandese

Facebook: FC Fausto Capurro Events

Cell  338/ 7100700

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata