Il 55% dei milanesi reputa quello della sostenibilità un tema importante, oltre che uno stile di vita che si sta diffondendo. Il 96% di loro considera una priorità soprattutto quella della conversione alle energie rinnovabili.

Sono alcuni dei dati diffusi da LifeGate nella ricerca, realizzata in collaborazione con Eumetra Mr, dal titolo ‘Milano sostenibile. Secondo osservatorio sullo stile di vita dei cittadini’, presentato a Palazzo Reale. La ricerca ha interpellato un campione di 800 persone, rappresentativo della popolazione milanese.

Milano “è sempre più una capitale a livello internazionale della sostenibilità – ha spiegato Simone Roveda, direttore editoriale e comunicazione del gruppo LifeGate -, i cittadini conoscono i temi ad essa legati e sanno cosa vogliono”.

I milanesi sono informati anche sulle iniziative, in tema di sostenibilità, adottate dall’amministrazione. L’apprezzamento è massimo per la riapertura dei Navigli (80%) e la conversione degli scali ferroviari dismessi (70%). Quando si passa alla mobilità il 77% dei milanesi è a conoscenza del rafforzamento dei mezzi di trasporto pubblico e il 71% è informato sul blocco progressivo dei mezzi Diesel in città.

“La sostenibilità ha un costo, ma noi siamo poco abituati a pensare a un raffronto vero tra costi e benefici su questo tema – ha spiegato l’assessore alla Mobilità del Comune, Marco Granelli -, perché spesso i costi della non sostenibilità non sono dell’individuo, ma della collettività e delle generazioni future”.

Anche la scelta di aumentare il biglietto singolo del trasporto pubblico “per noi è scelta di sostenibilità – ha concluso – perché il biglietto singolo non è lo strumento di acquisto più facile del trasporto pubblico, infatti il 70% dei viaggi è di persone abbonate”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata