Onu, al via al decennio per il Ripristino dell’Ecosistema

Dopo l’Assemblea generale delle Nazioni Unite, a scopo per combattere le crisi climatiche, migliorare la sicurezza alimentare e l’approvvigionamento idrico, ha dato il via al decennio per il Ripristino dell’Eosistema.

Visto che quasi il 20% della superficie vegetata del pianeta mostra un calo della produttività con perdite di fertilità legate a erosione, impoverimento delle risorse e inquinamento in tutte le parti del mondo. Un forte degrado degli ecosistemi terrestri e marini mina le condizioni di vita di 3,2 miliardi di persone e costa circa il 10% del prodotto lordo globale annuo in termini di perdita di servizi per specie ed ecosistemi.

Per José Graziano da Silva, Dg della Fao, “il decennio dell’Onu aiuterà i Paesi a lottare contro gli effetti del cambiamento climatico e la perdita di biodiversità”.

Si mira infatti al recupero di 350 milioni di ettari di terreni degradati tra oggi e il 2030 potrebbe generare 9.000 miliardi di dollari in servizi eco-sistemici e liberare l’atmosfera di ulteriori 13-26 gigaton di gas serra.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata