Ambiente, a Verona una giornata per un mare senza plastica

Si stima che nel giro di pochi anni, entro il 2050, negli oceani ci saranno più bottiglie di plastica che pesci, in termini di peso. Si è parlato di plastica che riempie il Pianeta e i suoi oceani nell’ultima tappa a Verona domenica 7 aprile della festa di NaturaSì ‘Gente che ci crede’ con il presidente di NaturaSì, Fabio Brescacin, che ha lanciato con Legambiente il progetto ‘Plastic Free’. “In realtà il tema è “gente che ci crede insieme”.

Noi facciamo delle proposte poi è il consumatore che decide, se decide di non usare la plastica noi offriamo delle alternative. La più significativa è stata l’eliminazione delle bottiglie in plastica per l acqua. Abbiamo montato un erogatore con un filtro che purifica l acqua”.

A puntare l’attenzione sul pericolo plastica a Verona, fra gli altri, anche l’esploratore Alex Bellini, appena tornato dalla navigazione del Gange, il quinto fiume più inquinato al mondo:

“La volontà di navigare i dieci fiumi più inquinati di plastica al mondo nasce dalla necessità di risvegliare lo spirito delle persone su un argomento che ormai riguarda tutti, che è molto urgente e nessuno è escluso. Non esiste un piano B così come non esiste un pianeta B. Dobbiamo necessariamente ritrovare una convivenza civile con questo prodotto che è molto utile e talvolta lo confondiamo come rifiuto ma che rifiuto non è”.

Con il tema plastica si è conclusa, così, a Verona, la festa di NaturaSì che in cinque tappe in cinque piazze italiane ha affrontato i grandi temi della sostenibilità ambientale.

“Abbiamo fatto tappe diverse – ha ricordato Brescacin – A Napoli abbiamo fatto la tappa sulla legalità e il giusto prezzo, bellissima, con delle comunità locali. Abbiamo fatto un tema sui cambiamenti climatici. Ma aldilà dei contenuti, il tema è condividere questi contenuti. Io credo che ognuno di noi può fare un piccolo cambiamento e la somma dei piccoli cambiamenti porta a grandi cambiamenti”.

“Gente che ci crede” è partito da Milano il 7 marzo, per passare poi da Napoli, Firenze e Roma, prima del gran finale domenica nella città veneta.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata