Gondola® per ridare il movimento dopo un ictus

In questo Speciale Medicina Amica abbiamo parlato di riabilitazione del movimento dopo un evento ischemico (ictus) assieme al dottor Stefano Tassin, neuroriabilitatore e direttore scientifico di Gondola Medical Technologies ed ideatore della neurostimolazione periferica non invasiva chiamata Automated Mechanical Peripheral Stimulation (brevemente “AMPS“) erogata dal dispositivo medico GONDOLA®. Questo dispositivo medico riesce a migliorare la gestione quotidiana dei pazienti in soli 96 secondi di terapia, in quanto è in grado di ridurre i disturbi di movimento, il problema della marcia e migliorare l’equilibrio.

L’ictus solitamente colpisce soprattutto soggetti anziani (over 60). Ma oggi si stima che solo in Italia ci siano circa 12mila soggetti sotto i 55 anni che ne soffrono ogni anno, pari a circa 100 casi ogni milione di abitanti. Questi numeri sono in costante crescita, anche a causa dell’invecchiamento della popolazione. L’ictus è la terza causa di morte dopo le malattie cardiovascolari e neoplasie.

L’ictus nasce da una chiusura (ischemia) o rottura (emoraggia cerebrale) di un vaso celebrale che impedisce il corretto apporto di sostanze nutritive al cervello. La trombosi spesso si forma con un coagulo che dal cuore, muovendosi per il corpo, occlude l’arteria principale che irrora il cervello. La malattia può portare a paralisi e nel 10-20% anche la morte entro un mese.

Le persone colpite da ictus devono sottoporsi a percorsi di neuroriabilitazione e terapie occupazionali (equilibrio e coordinazione muscolare, movimenti volontari e abilità motorie, movimenti volontari dell’occhio, capacità sensitive (incluse vista e udito), produzione e comprensione del linguaggio, memoria, autocontrollo e gestione delle emozioni).

Di tutte le persone che subiscono un ictus cerebrale, da un quinto a un terzo muore immediatamente o nei 6 mesi successivi all’evento. Circa un terzo resta permanentemente menomato e un altro terzo si ristabilisce completamente dall’ictus. Una menomazione permanente non dipende soltanto dalla localizzazione e dall’entità del danno cerebrale: molto importante è anche una buona riabilitazione e il dispositivo medico GONDOLA® è in grado di ridare il movimento migliorando la motilità dei pazienti anche del 40%.

La terapia richiede pochi minuti, i benefici sono in genere presenti subito dopo il trattamento e nella maggior parte dei pazienti permangono per un periodo da 2 a 4 giorni.

Grazie al miglioramento della velocità e della qualità di cammino, al recupero dell’equilibrio, i pazienti si muovono con maggiore sicurezza, vivono con maggiore indipendenza e hanno una vita più autonoma, potendo avere così maggiore partecipazione ad attività sociali e lavorative. Questo migliora la qualità di vita del paziente ed aiuta i rapporti all’interno della famiglia.

Il dispositivo medico GONDOLA® è stato sviluppato da Gondola Medical Technologies SA, azienda svizzera specializzata nelle attività di ricerca e sviluppo di nuove tecnologie nel campo della riabilitazione neurologica.

Per contatti

Gondola Medical Technologies SA

www.gondola-parkinson.com

info@gondola.org

tel. 41 91 921 3838

Tel 02 67 48 1312

WhatsApp 0041 78 714 3340

2 Risposte

  1. Cristina

    Come è possibile parlare con la persona con cui state parlando per Gondola? Mia zia ha appena avuto un ictus e vorrei poter parlare con lui, grazie.

    Rispondi

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata