Plastica: consumatore centrale e aziende pronte

“Torniamo a casa con un bagaglio culturale estremamente interessante. Abbiamo visto come il consumatore e le istituzioni siano centrali, nel senso che senza una corretta raccolta differenziata non si può partire”.

Lo ha affermato il presidente di Corepla Antonello Ciotti chiudendo alla Scuola Sant’Anna di Pisa la seconda edizione delle Giornate della Ricerca.

“Ma abbiamo visto anche come le imprese sono pronte – ha ribadito Ciotti -. Ci sono state presentazioni molto importanti da parte di Eni, che ci mostra come trasformare una raffineria in una raffineria verde partendo da materie prime non più fossili, cioè il petrolio, ma da materie prime derivate dalla raccolta degli imballaggi di plastica. Ci sono altre aziende come Versalis, che lavora sul recupero dei bicchieri delle macchinette che producono il caffè. Ci sono aziende come Equypolimers che ha fatto vedere come il riciclo chimico del PET sia già una realtà. Questo significa che le bottiglie che provengono dalla raccolta differenziata vengono utilizzate per produrre nuova plastica che poi produrrà nuove bottiglie per cui siamo arrivati all’economia circolare”.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata