LA FORESTA NON È UN DISCOUNT. E’ la nuova petizione di Greenpeace che vi invitiamo a firmare. Ogni tre secondi, nel mondo, un’area di foresta grande come un campo da calcio viene rasa al suolo. L’80% della distruzione delle foreste è causata dalla produzione intensiva di soia, olio di palma, carne, cacao e altre materie prime. Cibo che divora le foreste. Greenpeace chiede all’Unione europea una normativa per fermare il commercio di materie prime prodotte distruggendo le foreste.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata