Energia, la transizione green porterà più occupazione in Europa

La transizione energetica, sostenuta dall’elettrificazione, nel 2030 produrrà un aumento netto della produzione industriale in Europa fino a 145 miliardi di euro. Di questi fino a 23 saranno in Italia.

Non solo: l’occupazione nell’Unione registrerà un incremento di massimo 1,4 milioni di posti di lavoro, di cui fino a 173mila nel nostro Paese, mentre il passaggio alle tecnologie elettriche consentirà risparmi legati all’inquinamento per circa 3 miliardi di euro.

Sono queste le stime emerse dallo studio “Just E-Volution 2030” realizzato da Enel e The european House Ambrosetti presentato a Villa d’Este nell’ambito del 45esimo forum.

La diffusione del vettore elettrico, inoltre, consentirà una riduzione delle emissioni di CO2 e il raggiungimento dei target di decarbonizzazione dell’Unione Europea al 2030: riduzione del 40% dei gas serra rispetto al 1990, raggiungimento di una quota del 32% di fonti rinnovabili nei consumi finali e miglioramento del 32,5% nell’efficienza energetica.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata