Il potere giustifica i mezzi: da Netanyahu a Trump

Nella puntata del ‘Libro del Mondo’ si analizzano i risultati delle ultime elezioni che si sono tenute in Israele e della sfida che ora coinvolge l’uscente presidente Benjamin Netanyahu, alle prese con la formazione di un governo e soprattutto con il mantenimento del suo potere e del suo progetto  coloniale sui territori palestinesi.

Dall’altra parte del mondo, negli Stati Uniti, si discute l’impeachment del presidente Donald Trump, per lo scandalo del cosidetto Ucrainagate. In entrambi i casi emerge come l’obbiettivo di conservare il potere, con spreigudicatezza e muscoli,  non distoglie dall’uso di mezzi discutibili e anticostituzionali, pur spesso nella buona pace della popolazione.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata