Produrre il Foie Gras in vitro, con procedimenti di laboratorio, a partire da cellule staminali. Il prodotto sintetico così ottenuto avrà caratteristiche del tutto simili al patè prodotto attraverso la nota procedura che comporta l’ingozzamento di oche e anatre fino all’ingrossamento del fegato. Un maltrattamento che forse, una volta per tutte, potrà essere bandito, visto che il 20 ottobre scorso il comune di New York ha proibito la vendita della specialità in negozi e ristoranti a partire dal 2022, la produzione è già messa al bando in quasi tutta Europa. La sturt up viene da Nicolas Morin-Forest e dai laboratori di Gourmey, alle porte di Parigi.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata