Caffè e caffeina: gusto, benefici e rischi

Il caffè è una delle bevande più popolari al mondo, apprezzato per gusto e aroma, al centro di veri e propri rituali e momenti di aggregazione sociale. Ricco di molte sostanze diverse, soprattutto di caffeina, ha degli effetti sull’organismo molto importanti, che non si esauriscono nel semplice effetto stimolante ma che coinvolgono diversi organi e apparati, con benefici e anche qualche rischio.

Se ne discute sempre tanto per quando riguarda la caffeina, ma più in particolare di quanti caffè si possono bere in un giorno? La maggior parte dei studi ha rilevato che la caffeina può far parte di una dieta sana per la maggior parte delle persone, a patto che non sia troppa.
Infatti si parlerebbe fino a 4-5 tazzine di caffè non ci dovrebbero essere effetti negativi per la salute. Diventa troppa invece se si iniziano ad avere insonnia, tremolii, ansia o tachicardia.

Visto che la caffeina si trova naturalmente nelle piante usate per produrre caffè, te e cioccolato. Molti cibi confezionati, integratori dietetici e bibite la contengono, come viene segnalato sulle loro etichette. Ecco perché dobbiamo fare attenzione se la sua presenza viene segnalata.

Per quanto riguarda te e caffè, la quantità può variare anche in base e come e dove sono cresciute foglie e semi, lavorazione e preparazione. Una lattina di bibita caffeinata ne contiene tra i 30 e 40 milligrammi, mentre una tazza di te verde o nero 30-50, una tazzina di caffè dagli 80 ai 100 milligrammi, e gli energy drink fino a 250.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata