Sono passati 10 anni dall’accordo sulla cessazione dell’attività della raffineria Tamoil a Cremona. Tempi in cui ci volle coraggio per intraprendere un’azione legale contro il colosso libico e dimostrare, attraverso gli anni e un lungo iter giudiziario, le responsabilità nell’inquinamento ambientale sui terreni interni ed esterni al sito. Un coraggio che trovò il cittadino Gino Ruggeri che si sostituì al Comune, Dal 2014 una presenza più chiara delle istituzioni in questa battaglia, che non è ancora finita. L’appello di Ruggeri a trovare il coraggio per il territorio è vivo più che mai, dopo un decennio.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata