A Roma fino al 30 novembre 2021 è vietato distruggere i nidi di rondini, rondoni, balestrucci e specie affini, la cui presenza nelle città è sempre più minacciata e va tutelata. Lo rende noto l’Organizzazione internazionale protezione animali (Oipa). Una scelta che, in realtà, va a rafforzare la tutela già prevista dalla legge n.157/1992 che vieta l’uccisione di nidiacei e individui adulti, nonché la distruzione di nidi e uova. Purtroppo il benessere di questi animali e dei nidi in particolare è troppo spesso messo in secondo piano. Sono numerosi gli atti criminali che vengono commessi ai danni delle “case” in costruzione di queste specie che poi, tornando dalle migrazioni, non trovano più come ci conferma l’ornitologo bresciano Mario Caffi.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata