E’ stato convalidato il fermo di Patrick Mallardo che resta nel carcere di Parma con l’accusa di omicidio premeditato nei confronti di Daniele Tanzi. Secondo le dichiarazioni dell’avvocato Alessio Barboni, già legale della madre di Mallardo, la custodia in carcere è stata confermata durante un’udienza svoltasi in video conferenza per via della pandemia di covid 19. Secondo il legale il ragazzo si troverebbe in stato confusionale e ha dichiarato che il suo profilo psicologico verrà valutato con un consulente competente. Non avrebbe modo di confermare la frase che Patrick Mallardo sembrerebbe aver detto davanti ad un altro legale al momento dell’arresto ‘’Appena mi chiudono in cella, mi ammazzo’’. Conferma invece il contesto di disagio nel quale si trovavano i tre ragazzi, i quali frequentavano il vecchio mulino abbandonato in cui si è consumato il brutale omicidio. Tutta la famiglia di Patrick Mallardo, compresi i fratelli e la nonna, è stata presente fuori dal tribunale per stare accanto ragazzo durante l’ultima udienza secondo le dichiarazioni dell’avvocato Barboni.  Tutti gli elementi raccolti in 24 ore confermano, secondo gli inquirenti, la colpevolezza di Patrick. A partire dal coltello da cucina e dai vestiti di ricambio trovati nel canale vicino al vecchio edificio. Mallardo avrebbe inizialmente tentato di sviare le ricerche raccontando una versione dei fatti non veritiera, ma cedendo, dopo 10 ore di interrogatorio e confessando l’omicidio del 18enne Daniele Tanzi.

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata